<![CDATA[Dailyfacilitator.it - Servizi di Virtual Office Manager, Comunicazione e Marketing - Blog]]>Fri, 03 May 2019 09:04:08 +0200Weebly<![CDATA[Ansia da rientro? Io no!]]>Mon, 03 Sep 2018 15:19:15 GMThttp://dailyfacilitator.it/blog/ansia-da-rientro-io-no

Rientro al lavoro: se ne può parlarne senza ansia?

Siamo solo agli inizi del mese, ma basta solo un po' di maltempo e il rientro al lavoro diventa subito "holiday blues". Io invece non vedevo l'ora!

Ebbene sì, perchè se anche a te l'estate fa pensare alle scuole chiuse e a tutti i gradi di parentela, amici stretti compresi, a cui affidare i pargoli per cercare di mandare avanti il lavoro..sarai di certo sollevata ora che settembre è arrivato!

Altro che ansia! 

​Se invece non sono i figli il tuo problema, ma ti ritrovi in quella fase di incertezza tipica di luglio-agosto in cui non fai in tempo a pensare di avere dei giorni in cui rimetterti in pari che lo passi a rincorrere vecchi clienti, progetti last minute o cose in stand-by da mesi (che diventano priorità 1000 non appena il resto di Italia diserta gli uffici)..beh, allora anche tu sarai felice di tornare alla normalità con l'arrivo di settembre.

Che poi, chiunque preferirebbe stare in vacanza, se di vera vacanza si parla;  ma alle volte il concetto stesso di vacanza resta positivo anche se è stato un incubo, mentre il rietro è sempre visto in modo negativo.

Cercando su Google "rientro dalle vacanze" si trovano principalmente concetti negativi legati al rientro: ansia da rientro, sindrome da rientro, stress da rientro, consigli per sopravvivere al rientro e via di seguito...
Per me il rientro è terribile se il lavoro da cui devo tornare è terribile o terribilmente noioso!
E siccome di ambienti di lavoro ne ho passati diversi, i migliori sono stati  proprio quelli dove non vedevo l'ora di tornare!

Ora che lavoro a distanza come VOM il lavoro non ha delle vere proprie ferie, anzi è proprio difficile staccare, perchè si è sempre ON, ogni contatto può generare notizie utili o una possibile occasione di business. 

Per il secondo anno ho provato a impormi un po' di "digital detox", ovvero no cellulare, no social media, no TV (beh già quella è scarsa) comunque volevo mettere una distanza tra me e la tecnologia.

I primi due giorni mi sono sforzata a non farmi acchiappare dalle notifiche, ma dopo di che ho lasciato tranquillamente il cellulare a casa, perdendo anche qualche chiamata, oppure lo usavo solo per fare foto e indicazioni stradali;
E ogni volta che cancellavo serenamente una notifica dal display stavo sempre meglio, tanto che sono tornata con fatica mista a fastidio a guardare la timeline di Facebook o le varie stories di Instagram.

Quindi se l'ansia da rientro vi assale forse è la spia che qualcosa va riallineato: noi stessi, il nostro metodo di lavoro, le attività sulle quali vorremmo concentrarci. Diversamente più che gennaio..

..è settembre il nuovo inizio!

Questo è il mese in cui si scrivono buoni propositi manco fosse la notte di Capodanno: lavoro, salute..nuovi modi di riconnettersi con sè stessi sono tutti desideri che manteniamo fino alla fine del mese se siamo bravi..poi siamo travolte di nuovo dagli obiettivi da centrare per chiudere l'anno e far felici noi stessi (oltre al commercialista).​
Settembre profuma di opportunità, di pomeriggi di sole, di agende da riempire con aperitivi di networking, di moda, e di feste in arrivo.
E se proprio volete deprimervi..sappiate che mancano solo 110 giorni a Natale!

]]>
<![CDATA[Hai uno stile di vita smart? ecco perché scegliere un Assistente Personale a Distanza]]>Tue, 22 May 2018 18:31:03 GMThttp://dailyfacilitator.it/blog/perche-scegliere-un-assistente-personale-a-distanza

​Avete mai pensato quante volte avete rinunciato a chiedere un aiuto solo per la difficoltà del non sapere cosa o come delegare?
Se anche voi siete personalità del tipo “faccio da me che faccio prima” forse questo post fa per voi, perché la soluzione è a portata di mano.
Mettiamo il caso che hai una piccola azienda, il personale è quello giusto per svolgere le attività e ti permette ti rimanere flessibile e agile.

Però via via che la tua impresa si sviluppa hai delle attività che diventano sempre più incombenti, e ti portano via del tempo che potresti dedicare al tuo business; perché non delegarle pur mantenendo la flessibilità che necessita una piccola azienda?


In Italia sta emergendo una figura che nel mondo anglosassone è già presente da almeno un decennio, si parla di assistenza da remoto e tra i mestieri da tenere in considerazione c’è anche quello di un’assistente che lavora per te, ma a distanza.

Se cerchi in Google la prima voce che ti compare ti dice che “un assistente virtuale è un software che interpreta il linguaggio naturale e può dialogare con degli interlocutori umani allo scopo di fornire informazioni o compiere determinate operazioni”.

Quindi visto che il termine Assistente (personale) Virtuale oltre ad essere riduttivo è anche fuorviante, 
parliamo di Online Business Managerprofessionisti specializzati a cui puoi affidare svariate attività che lavorano da remoto per te, e altri imprenditori come te. In tempi di sharing economy, anche le risorse umane posso essere impiegate in modo efficiente solo per le attività di cui hai maggiormente bisogno.

Perchè diventa vantaggioso delegare per un imprenditore?

  • per ottimizzare il tuo tempo,
  • per risparmiare soldi,
  • per gestire al meglio tutte le attività di cui non vuoi o non puoi occuparti.
  • perchè è un lusso accessibile
Fatta questa premessa, ti stai chiedendo: "Ok ma quindi cosa posso chiedere ad una Assistente Virtuale?" 
​Ecco allora in sintesi le aree che puoi affidare ad un'assistente a distanza.

Otto macro-attività del tuo business che puoi delegare facilmente.

Essenzialmente, i servizi che puoi aspettarti rientrano in due macro-categorie più una trasversale:
  • UFFICIO - ovvero tutti quei servizi segretariali e amministrativi che ruotano intorno alla gestione day by day di un’attività;
    1. Gestione E-mail: ovvero gestire una casella di posta e rispondendo in autonomia alle e-mail, fissando appuntamenti, organizzando meeting, dando informazioni e mandando materiale informativo. P.e. una segreteria organizzativa che riceve mail in merito a corsi, iscrizioni e pagamenti, può essere tranquillamente delegata;
    2. Creazione Documenti: ovvero form per iscrizioni, brochure informative, PowerPoint, proofreading in italiano o in altre lingue, formattazione documenti, creazione template;
    3. Gestione trasferte aziendali: anche la prenotazione di servizi alberghieri, così come di un viaggio di lavoro o di una vacanza richiedono professionalità e conoscenza del mercato (leggasi: non basta tutto prenotare su Expedia), uso delle miglia per le carte Frequent Flyer, noleggiare un’auto in Italia o un NCC all’estero, prenotare hotel per clientela business, partecipare a fiere ed eventi internazionali ecc.. seguendo la policy di viaggio dell’azienda. Non ce l’hai? Un bravo Online Business Manager la può fare per te, snellendo il processo delle trasferte aziendali o stipulando convenzioni con gli hotel in cui soggiorni più spesso.
    4. Amministrazione: e qui rientrano tutte le attività che vanno dalla redazione delle fatture alla gestione di tutto il processo (emissione, registrazione, caricamento nel portale fatture, sollecito pagamento ecc..)
  • SERVIZI SPECIALISTICI - in questo caso si apre un mondo perché ognuna ha una specialità (o più di una); 
    1. WP e Web Marketing: creare infoprodotti, veicolarli tramite landing page o intervenire sul tuo sito occupandosi della pubblicazione dei contenuti o anche o   della manutenzione mensile.
    2. Hai un Blog, ma non riesci ad occupartene in toto? Scrivi il testo e poi delega la sua revisione e pubblicazione, e se non hai sempre il tempo di scrivere regolarmente, puoi pensare anche ad un’attività di ghost writing;​
    3. Newsletter: altro tema che mensilmente si ripropone e non hai sempre il tempo di dedicare tutta l’attenzione alla forma oltre che al contenuto: creazione e gestione di newsletter sono uno dei servizi più gettonati e facilmente delegabili;
    4. Social Media Management Community Management, due delle attività più dispendiose di tempo e che vengono presto delegate all'esterno; stendere un piano editoriale, creare contenuti, postare su più piattaforme usando il tone of voice e il copy adatto, così come moderare commenti e iterazioni della propria fan base sono attività preziose che non devo essere tralasciate quando si decide di essere presenti sul web.
Meglio non aprire un canale se non poi non si riesce ad essere presenti in modo costante ed adeguato. E se non hai il budget per rivolgerti ad un’agenzia media, spesso le AV sono un buon compromesso per avere un supporto professionale ad un costo più vantaggioso.

Attenzione però: supporto on demand, senza costi fissi, e skill professionali non vuol dire pagare una professionista 10€ l’ora.
Fiver, Upwork e portali simili non sono realtà con cui fare il paragone, perché la manodopera spesso arriva da paesi dove il costo della vita è basso e 10$ posso essere un compenso giusto. Ma anche in questo caso, se scegli il low cost, avrai un risultato cheap.
Quindi, se vuoi garantire al tuo business, un’immagine professionale investi in servizi di alta qualità e collabora con un’Online Business Manager specializzato nelle attività di cui hai maggiormente bisogno. Il suo costo non sarà mai paragonabile ad avere un dipendente full time in azienda, ma sarà parte integrante del team anche lavorando da remoto.
Avevo detto otto? beh, ho tralasciato un'area che in realtà è presente quasi in ognuna delle aree qui sopra descritte.
Foto
GRAFICA - la maggior parte delle attività qui descritte necessita sempre di un elemento grafico;
che sia la ricerca di un’immagine, una cover per la pagina Facebook, un post con testo e grafica, un template per la fattura o per una presentazione, sono attività minori che vengono spesso chieste ad un grafico che ha competenze superiori, ma anche costi diversi dati dalla sua formazione specialistica;
lavori di questi tipo possono essere delegati ad un AV con gusto, predisposizione artistica e software specifici.

​Senza coinvolgere altre figure. #Worksmarternotharder

]]>
<![CDATA[Collaborare con un'Assistente da remoto:sfida o opportunità?]]>Fri, 11 May 2018 21:18:20 GMThttp://dailyfacilitator.it/blog/collaborare-con-un-assistente-da-remotosfida-o-opportunitaCosa vuol dire collaborare con una persona che fisicamente non è nell'ufficio di fianco? 
Nella pratica quotidiana non molto, ma il mindset deve essere pronto a cambiare la modalità adottata fino ad ora: "se non ti vedo in ufficio, allora non stai lavorando."

​Ne parlo in questo video, fammi sapere cosa ne pensi!
]]>
<![CDATA[Sai come lavorare in modo "smart"?]]>Tue, 17 Apr 2018 21:48:16 GMThttp://dailyfacilitator.it/blog/ma-quindi-come-si-lavora-smartSai come puoi ottimizzare il tuo lavoro, migliorando l'organizzazione aziendale, senza assumere un dipendente? Forse ne hai sentito parlare, perché fortunatamente anche in Italia inizia a diffondersi la realtà delle assistenti personali a distanza, professioniste specializzate in uno o più campi che possono dare supporto qualificato anche da remoto.

​Sì, perché per lavorare, oggi, non è necessario essere tutti nello stesso ufficio

Come si assume un'assistente virtuale?

​Ognuna ha il suo metodo, ma essenzialmente per quanto lavorare a distanza sia comodo, vedersi in faccia e parlarsi è sempre essenziale.
Ti descrivo gli step che uso io quando incontro un potenziale cliente:

  1. Si parte dalla Discovery Call, ovvero un consulenza free via Skype che puoi prenotare gratuitamente usando l'app di Calendly a questo link;
  2. Prima della call, fai i compiti! Fai una lista o scrivi degli appunti riguardo le attività che vuoi delegare: ti aiuterà a fare chiarezza su cosa affidarmi; più informazioni riesci a darmi su cosa vorresti fare e come vuoi che venga fatto, più sarò in grado darti una mano.
  3. In base alle tue esigenze, ti proporrò la soluzione più adatta che potrà essere
  • ​​​​un pacchetto ore che comprenda varie attività saltuarie ma ricorrenti,
  • un preventivo su misura per attività specifiche da eseguire in modalità a progetto,
  • o un abbonamento per periodi da 3 ai 6 mesi per attività ricorrenti.​​
Foto
Come vedi, c'è una taglia per ogni business e una soluzione per ogni budget.

La cosa che val la pena ricordare è che ogni attività è anche on-demand: quindi attivi un contratto solo se ti serve, solo per il tempo che ti è necessario.

​Comodo, no? #Worksmarternotharder

]]>
<![CDATA[Il primo video!]]>Thu, 12 Apr 2018 22:00:00 GMThttp://dailyfacilitator.it/blog/il-primo-videoOggi un video al posto del solito Friday's Quote! Il mio primo video in presa quasi-diretta causa passaggio del gatto davanti alla camera..mille imperfezioni, ma punto ai contenuti!

Anche perché è davvero difficile pensare ad un aiuto virtuale, se nel digitale non ci si è immersi con il proprio lavoro. La presenza digitale è un tema, non si può ignorare e in un mercato affollato di informazioni, contenuti gratuiti, video, immagini, post e dirette live, l'unica differenza la fa la costanza e chiaramente un buon contenuto che sia di interesse e risolva un problema.

Qual'è il bisogno a cui rispondo?

  • ​ottimizzare il tuo tempo,
  • organizzare le tue attività,
  • ridurre i tempi,
  • portare ordine: leggasi archivi pieni di file messi lì "tanto poi io mi ci ritrovo".
Il segreto per lavorare bene? metti ordine nel tuo disordine e fai in modo che tutti possano capire il tuo metodo, diversamente delegare ad altri sarà molto difficile.
]]>